HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

I concerti del Conservatorio: "Divertissement"

Trio Joyce: Maria Bertòs – Clarinetto, Snežana Acimović – Violino, Hiromi Arai – Pianoforte
Musiche di Menotti, Milhaud, Šostakovič, Chačaturjan
Sala Tartini - Mercoledì 24 gennaio 2018 – ore 20.30
Ingresso libero su prenotazione (tel 040 6724911)

24 gennaio 2018, 20.30

PROGRAMMA

Gian Carlo Menotti:

Trio per violino, clarinetto e pianoforte: Capriccio, Romanza, Envoi

 

Darius Milhaud:

Suite per violino, clarinetto e pianoforte op. 157 b: Ouverture, Divertissement, Jeu, Introduction et Final

 

Dmitrij D. Šostakovič:

Cinque pezzi (originali per due violini e pianoforte): Prelude, Gavotte, Elegy, Waltz, Polka

 

Aram Il'ič Chačaturjan:

Trio per violino, clarinetto e pianoforte op. 30: Andante con dolore, Allegro, Moderato, Prestissimo

 

NOTE DI SALA

L’accostamento in trio di violino, clarinetto e pianoforte è piuttosto inconsueto: le affascinanti soluzioni timbriche che ne scaturiscono hanno stimolato la creatività di molti illustri compositori quali Béla Bartók, Igor' Stravinskij, Francis Poulenc ecc..

Il primo brano proposto è di Gian Carlo Menotti, compositore italiano naturalizzato statunitense, celebre anche per aver fondato il Festival dei Due Mondi di Spoleto. Il Trio Joyce ci propone il lato più nascosto ed intimo del repertorio dell'autore, quello cameristico, con il Trio per violino, clarinetto e pianoforte, opera riconducibile all'ultimo periodo e quindi alla piena maturità artistica del compositore.

Di seguito Darius Milhaud, con la vivace Suite in quattro movimenti, quadri che si ispirano alle musiche di scena che l’artista compose per la pièce teatrale Le voyageur sans bagages di Jean Anouilh.

Terzo brano i Cinque pezzi di Dmitrij D. Šostakovič, originali per due violini e pianoforte, nei quali il clarinetto ed il violino procedono quasi esclusivamente e curiosamente in maniera omoritmica e in relazione di terza e sesta.

Conclude la serata il Trio di Aram Il’ič Chačaturjan, partitura di chiara ispirazione popolare, dove sono ben percepibili melodie e ritmi mutuati dalla tradizione musicale georgiana, armena e azera.

 

Maria Bertòs

Giovane musicista friulana, affianca all'attività strumentale quella canora. Ha partecipato a diversi concorsi strumentali e vocali classificandosi sempre ai primi posti. Nel maggio 2014, con l'ensemble "Bair Quintet", è stata premiata con menzione di merito ed una borsa di studio al Concorso "Lilian Caraian".

Nel maggio 2017 ha vinto il Primo premio per la sezioni fiati al Concorso Internazionale Giovani Musicisti "Diapason d’oro" di Pordenone; nel luglio 2017 è risultata idonea all’audizione per l’Orchestra Nazionale Sinfonica dei Conservatori Italiani. Ha partecipato a festivals canori anche come cantautrice, ed inoltre, come vocalist, ha partecipato ad importanti progetti a livello nazionale. Nel 2014 ha ottenuto il Diploma Accademico di I livello in Clarinetto sotto la guida di Lino Urdan al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste. Ha seguito numerosi stages e master classes con importanti docenti sia in ambito strumentale che in quello cameristico (A. Eusebio, S. Melillo, V. Sivilotti, F. Hrvatic, H. Fister, J. Gallai, T. Leopold, G. Pretto, C. Fabiano, M. Schiavon, ecc..). Ha frequentato inoltre diversi corsi in campo vocale e didattico.

Attualmente è iscritta al Biennio Specialistico di II livello nella classe di Elena Ferrofino al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste.

 

Snežana Aćimović

Ha iniziato i suoi studi musicali da giovanissima alla Scuola media "A. Šantić" di Sečanj (Serbia) dove si è diplomata con menzione di merito e premio di lode "Vuk Karadžić". Ha proseguito gli studi alla Scuola di musica "J. Marinković" di Zrenjanin (Serbia) nella classe di Ervin Benak ottenendo il medesimo premio. Dal 2011 al 2015 ha studiato violino presso l’Accademia delle Arti di Novi Sad (Serbia) sotto la guida di Evgenija Kravcev e Marija Špengler, ottenendo il titolo "Bachelor With Honors of Musical Arts". Attualmente frequenta il Biennio Specialistico presso l’ Accademia delle Arti di Novi Sad con Miroslav Pavlović e contemporaneamente segue il Biennio Specialistico Interpretativo di II livello al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste con Massimo Belli.

Ha vinto numerosi concorsi: nel 2003 ha ottenuto il premio speciale al I Festival degli archi di Sremska Mitrovica (Serbia); nel 2006 il Primo premio al Concorso Repubblica per gli allievi di musica e balletto delle scuole di Belgrado, il Primo premio al Cinquantesimo Festival della musica e del balletto di Zaječar (Serbia) e il premio "Nagrada mladim talentima" (Il premio per giovani talenti) rilasciato dal comune di Zrenjanina (Serbia); nel 2009 ha vinto il premio del Club 27 di Belgrado nella categoria migliori giovani artisti dell’anno; nel 2010 si è classificata al II posto al Concorso Repubblica di Belgrado ed ha vinto il II premio all'VIII Festival Internazionale degli archi di Sremska Mitrovica (Serbia).

Ha partecipato a numerose master classes con docenti internazionali tra cui: I. Coretti, I. Jašvili, C. Leurs, E. Rose, M. Marinkovic, T. Luison, C. Fabiano, G. Pretto, S. Thorp, E. Baldini. Attualmente fa parte dell’Orchestra "F. Busoni" di Trieste e dell’Orchestra Filarmonica di Monfalcone.

 

Hiromi Arai

Nata a Tokorozawa, in Giappone, ha iniziato lo studio del pianoforte all'età di 4 anni nella sua città natale. Ha proseguito gli studi a Tokyo al Liceo musicale "Kunitachi - Università della Musica" con Yasuhiro Yoshino e quindi si è laureata presso l'Università "Kunitachi" sotto la guida di Yuko Oshima. Ha approfondito anche lo studio della didattica insegnando in seguito presso la Scuola di musica Yamaha della sua città. Ha continuato poi lo studio del pianoforte frequentando diversi corsi di perfezionamento.

Dopo aver brillantemente ottenuto il Diploma Accademico di I livello al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste, ha proseguito gli studi al Biennio Specialistico Interpretativo ottenendo il Diploma Accademico di II livello con il massimo dei voti sotto la guida di Massimo Gon. Attualmente, nello stesso Conservatorio, frequenta il Biennio Specialistico (indirizzo Maestro collaboratore) sotto la guida di Fabrizio Del Bianco, Patrizia Tirindelli e Silvano Zabeo. Ha collaborato con vari gruppi ed ensembles cameristici preparati da Fedra Florit. Si è esibita in diversi importanti festivals musicali, tra i quali il Mittelfest di Cividale del Friuli (2013) in trio con clarinetto e violoncello.