HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

Piano Recital: dal Barocco al Romanticismo

Peter Józsa - Pianoforte
Musiche di J. S. Bach, Mozart, Chopin
Sala Tartini - Mercoledì 11 maggio 2016 – ore 20.30
in collaborazione con Kunstuniversität Graz (Austria)

11 maggio 2016, 20.30

Con un prestigioso piano recital che ci accompagnerà “Dal Barocco al Romanticismo” attraverso pagine musicali di Bach (Partita n. 5 in sol maggiore BWV 829), Mozart (Sonata n. 14 in do minore KV 457) e Chopin (Mazurka in do maggiore op. 24 n. 2, Mazurka in si bemolle minore op. 24 n. 4, Mazurka in do diesis minore op. 50 n. 3, Barcarolle in fa diesis maggiore op. 60) prosegue mercoledì 11 maggio – nella Sala Tartini alle 20.30 – il cartellone Primavera – Estate della Stagione concertistica 2016 del Conservatorio Tartini di Trieste.

Protagonista del concerto sarà il pianista ungherese Peter Józsa, Premio Folkswang di Essen nel 2000, artista di riferimento sulla scena concertistica internazionale. Organizzato in collaborazione con Kunstuniversität Graz (Austria), il recital trova il suo fil rouge nella elegante costruzione del programma intorno all’asse Bach-Mozart-Chopin. La ricerca tecnica innovativa si accompagna, infatti, nei tre autori, all’esaltazione della componente lirica che trova nella Sarabanda della Partita n. 5 (primo lavoro di Bach pubblicato a stampa), nelle fioriture che animano l’Adagio della Sonata in do minore di Mozart e nelle tensioni vocali delle opere chopiniane alcuni dei i vertici assoluti della letteratura pianistica. Mentre Mozart sottolinea la componente drammatica insita nella scrittura strumentale, Chopin si ispira al patrimonio musicale della tradizione polacca, rinnovando dall’interno il proprio linguaggio compositivo in cui si intrecciano elementi contrappuntistici, stilemi popolari e audacità armoniche dalla straordinaria modernità.

L’appuntamento è come sempre ad ingresso libero, previa prenotazione. Info tel. 040.6724911 www.conts.it.

Classe 1975, Peter Józsa è giudicato dal suo compatriota Zoltan Kocsis come "Un brillante e maturo artista, che inequivocabilmente appartiene alla cerchia dei pianisti di spicco". Dall’eta’ di sedici anni tiene regolarmente concerti ed e stato ospite in Germania, Olanda, Austria, Svizzera, Francia, Spagna, Portogallo, Italia, Bulgaria, Romania e Libano. Particolare successo ha avuto il concerto d’apertura del Klavier-Festivals Ruhr '99 con la sua interpretazione del Primo Concerto di Chopin; cosi commenta il Westdeutsche Allgemeine Zeitung (21 giugno 1999) la sua esecuzione: ".... raggiunge con la massima disinvoltura una grande chiarezza". Nel 2000 e insignito del famoso Premio Folkwang di Essen e debutta ad Amsterdam presso il Concertgebouw, dove, scelto tra novantotto pianisti, ha eseguito il Quarto Concerto di Beethoven con la Netherlands Chamber Orchestra sotto la direzione di Philippe Entremont. Nel 2001 ha suonato con il Quartetto Keller a Radio Budapest e nel 2002 ha vinto un premio dell’Accademia Estiva del Mozarteum di Salisburgo debuttando nella grande sala del Mozarteum nell’ambito dei Salzburger Festspiele con l'esecuzione della Sonata di Bela Bartok. Nel 2003 ha vinto il Primo Premio al Concorso della Fondazione Kohler-Osbahr e nello stesso anno ha superato con eccellenza e speciale riconoscimento l’esame di master solistico alla Folkwang-Hochschule di Essen. Nel 2004 e stato nuovamente ospite al Pianofestival della Ruhr, tenendo due concerti al castello dei Principi Hohenlimburg. Nel 2006 si e distinto al I Concorso Pianistico Internazionale "Carl Bechstein" ottenendo un premio speciale per la "sua eccellente personalita musicale". Nel 2008 ha vinto il Primo Premio al "Torneo Internazionale di Musica" di Verona (Italia). Dal 2012 al 2014 e stato direttore artistico del Festival Classico "Vizzeneklasszik" della citta di Tata (Ungheria). Dal 2013 e docente presso la Kunstuniversitat di Graz."

 

I concerti del conservatorio
primavera_estate 2016

Blanc et Noir
Ciclo di concerti dedicati alle tastiere

Ingresso gratuito previa prenotazione al +39 040 6724911

Pubblicato il 05.05.2016