HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

Note dall'Europa: "Nigun (Aria)"

Ivan Otašević – Violino, Reana De Luca – Pianoforte
Aula Magna - Giovedì 17 maggio 2018 – ore 18.00
Ingresso libero su prenotazione (tel 040 6724911)
In collaborazione con Accademia delle Arti dell'Università di Banja Luka - Bosnia-Erzegovina

17 maggio 2018, 18.00

PROGRAMMA

Johann Sebastian Bach: dalla Partita n. 2 in re minore BWV 1004, "Ciaccona" per violino solo

Antonín Dvořák: Romanza in fa minore op. 11 per violino e pianoforte

Johannes Brahms: Sonata in re minore op. 108 n. 3 per violino e pianoforte

     (Allegro, Adagio, Un poco presto e con sentimento, Presto agitato)

Ernest Bloch: dalla Suite 'Baal Shem', "Nigun" per violino e pianoforte

 

 

Ivan Otašević

Nato nel 1976 a Belgrado (Serbia), ha terminato i suoi studi musicali con il massimo dei voti e la lode presso l'Accademia delle Arti di Novi Sad. Durante la sua formazione ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali ottenendo diversi premi. Ha preso parte a molti corsi di perfezionamento con insigni docenti quali: Galina Turcaninova (Russia), Ana Melnik (Russia-Ucraina), Villi Mokacian (Armenia), Dejan Mihajlović (Serbia) e Uroš Pešić (Serbia).

Dopo le prime esperienze didattiche come violinista nelle scuole primarie e secondarie a Belgrado, nel 2005 ha iniziato la sua carriera professionale presso l'Accademia delle arti dell'Università di Banja Luka dapprima come assistente ed in seguito come professore assistente superiore.

Dal 2013 è docente nella sezione archi divenendo, nel 2016, responsabile del Dipartimento. Alla sua professione didattica affianca anche l'attività concertistica sia come solista che in ensembles cameristici. È inoltre primo violino e componente in diverse orchestre d'archi e sinfoniche.

Si è esibito in Serbia, Bosnia-Erzegovina, Macedonia, Montenegro, Italia, Ungheria, Grecia, Francia e Svezia.

È uno dei fondatori della Banja Luka Philharmonic Orchestra e dal 2011 ne è diventato il direttore.

 

Reana De Luca

Diplomata nel 1985 al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste con il massimo dei voti, si è in seguito perfezionata al Mozarteum di Salisburgo, al Conservatorio "M. Ravel" di Parigi e all'Accademia di S. Cecilia a Roma dove ha conseguito il diploma sotto la guida di Sergio Perticaroli.

Vincitrice assoluta ai concorsi della Fenice a Venezia ("Premio Venezia") e "E. Porrino" a Cagliari e premiata in numerosissimi altri concorsi, si è esibita in qualità di solista in Italia (Teatro La Fenice di Venezia, Auditorium dell'Accademia di S. Cecilia a Roma, Politeama Garibaldi - nella stagione del Teatro Massimo di Palermo, Sala Mozart di Bologna, Auditorium Canneti di Vicenza e Teatro Astra - nella stagione della Società del Quartetto, Sala Accademica del Conservatorio di S. Cecilia a Roma, Teatro di Marcello e Sala Baldini a Roma, Sala Tripcovich a Trieste, Basilica ed Auditorium Biagio Marin di Grado ecc..), e all'estero (Wiener Saal del Mozarteum di Salisburgo, Sala Tartini e Teatro di Pirano - Slovenia, Conservatoire "M. Ravel" di Parigi, Nairobi - Africa, Theatro Da Paz - Brasile).

Ha registrato per la RAI, per la Radio Televisione Slovena e per TeleQuattro a Trieste. Collabora con la Fondazione Teatro Lirico "G. Verdi" e con il Conservatorio "G. Tartini" di Trieste. Si esibisce in formazioni cameristiche e come solista con orchestra.

Svolge attività didattica (ha insegnato presso i Conservatori di Trieste, Udine, Venezia, Frosinone e Cagliari) e annovera tra i suoi allievi numerosi vincitori di concorsi nazionali ed internazionali.

Da qualche anno si dedica alla musica contemporanea avendo al suo attivo numerose prime nazionali e mondiali sia come solista che in formazioni cameristiche.

Attualmente collabora con il Conservatorio "G. Tartini" di Trieste in qualità di pianista accompagnatore.

Programma di sala