HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

Die Klage des Ideellen - Beethoven e la filosofia hegeliana

Presentazione del volume realizzato a cura di Letizia Michielon (EUT, Trieste - 2018)
Intervengono: Alessandro Bertinetto (Università di Torino), Angelo Foletto (La Repubblica), Riccardo Martinelli (Università di Trieste) - A seguire: Concerto degli studenti del Conservatorio
Aula Magna - Martedì, 12 giugno 2018 - ore 17.00
Ingresso libero su prenotazione (tel 040 6724911)
In collaborazione con: EUT Edizioni Università di Trieste, Università degli Studi di Trieste, Università degli Studi di Torino, Casa Museo Biblioteca Beethoveniana di Muggia (Trieste), Primavera Beethoveniana

12 giugno 2018, 17.00

Die Klage des Ideellen (Il lamento dell’ideale). Beethoven e la filosofia hegeliana

a cura di Letizia Michielon (EUT, Trieste - 2018)

 

Abstract.

Un mistero avvolge il mancato incontro umano e intellettuale tra Beethoven ed Hegel, personalità che sintetizzano compiutamente un intero Zeitgeist. Li accomuna la riflessione sul suono, definito nell’Enciclopedia «il lamento dell’ideale», e la fiducia in un percorso in grado di restituire l’eco di quella formazione alla felicità e alla libertà in cui consiste il cuore stesso della Bildung. Ritornando alle fonti del pensiero hegeliano, ai cui principi si ispira la morfologia musicale, il volume contribuisce a portare in luce la complessità dell’orizzonte culturale beethoveniano e la tensione alla verità racchiusa nel suo linguaggio compositivo ove, grazie alla sospensione del sensibile nella trascendenza verso la forma, splende come una stella la rappresentazione della speranza.

 

Intervengono:
Alessandro Bertinetto (Università degli Studi di Torino)
Angelo Foletto (La Repubblica)
Riccardo Martinelli (Università degli Studi di Trieste)

 

Concerto degli studenti del Conservatorio.

Serena Arnò - soprano, Federico Forti - pianoforte

Sebastiano Gubian - pianoforte

Trio Deti - Visentin - López Sucunza: Giada Visentin - violino, Amaia López Sucunza - violoncello, Kosti Deti - pianoforte

Musiche di Ludwig van Beethoven (1770-1827)

 

Il programma affianca lavori giovanili del compositore a opere appartenenti all’ultimo stile, evidenziando la fondamentale unità di una parabola creativa straordinaria. La cantabilità levigata e il trasporto espressivo dell’Aria da Concerto “Ah, perfido!”, contributo al mondo dell'opera post-metastasiana, trovano eco nell’incanto melodico della Sonata op. 14 n. 1, da cui emana una tenerezza cameristica pre-schubertiana. La vena lirica si approfondisce nelle Sonate op. 81a e op. 101, nelle quali la sperimentazione morfologica e il recupero del contrappunto consentono di esplorare le zone più profonde del sentimento.

 

Letizia Michielon, ha pubblicato Il gioco delle facoltà in F. Schiller (2000), L’archetipo e le sue metamorfosi. La Bildung nei romanzi di Goethe (2005), La chiave invisibile. Spazio e tempo nella musica del XX e XXI secolo (2012). Pianista e compositrice, sta incidendo l’integrale beethoveniana e chopiniana per Limen Music. Insegna Pianoforte e Filosofia della Musica al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste.

 

ll volume è acquistabile nel formato a stampa: http://www.eut.units.it/

ll volume è scaricabile a libero accesso: http://bit.ly/Klage_Ideellen

 
Per informazioni:
EUT Edizioni Università di Trieste
eut@units.it
Tel. 040 558.6138

Locandina