HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

MASTERCLASS DI PIANOFORTE

A BU
>> 10 APRILE 2019
mer ore 10.00 - 13.00, ore 15.00 - 18.00 AULA 2N

10 aprile 2019, 10.00

DOCENTE REFERENTE: GIOVANNI MAIER GIOVANNI.MAIER@CONTS.IT

 

A Bu è nato nel 1999 a Pechino. Ha iniziato a studiare pianoforte classico all’età di quattro anni e nel 2009 è stato ammesso al Central Conservatory, la più importante istituzione musicale cinese, dove ha continuato gli studi classici con Zhiwei Zhang. Più tardi ha iniziato a interessarsi di jazz e improvvisazione e nel 2011, dopo alcune lezioni con il pianista jazz Hongwei Kong, inizia ad esibirsi nei jazz club più importanti della Cina; forma il suo primo trio con i musicisti Ma Kai e Shao Haha con i quali debutta nel 2012 al Nine Gates Jazz Festival di Pechino. Il suo primo album, “88 Tones of Black and White”, prodotto dall’etichetta Sennheiser Media nel 2014, comprende alcune interpretazioni di famosi standards e alcuni arrangiamenti delle Invenzioni a tre voci di J.S. Bach. Nel 2013 viene invitato da Chick Corea a suonare in duo con lui nell’ambito di un importante concerto a Shangai. Nel 2014, A Bu viene ammesso alla Juillard School, dove continua gli studi classici con Choong-Mo Kang e con Ernest Barretta; riceve anche delle lezioni da Frank Kimbrough, membro del dipartimento Jazz della scuola. L’anno successivo vince il primo premio ed il premio del pubblico al “Parmigiani Montreux Jazz Solo Piano Competition”, nell’ambito del noto jazz festival svizzero, ricevendo i complimenti anche dal noto musicista e produttore Quincy Jones. Essendo il primo e unico musicista cinese che abbia vinto il premio, in tutta la sua storia, A Bu è stato invitato a partecipare alla Montreux Jazz Academy, dove ha lavorato e suonato con Al Jarreau e Kurt Rosenwinkel, tra gli altri. Parallelamente agli interessi jazzistici, A Bu ha sempre mantenuto il suo interesse nei confronti della musica classica; Nikolai Kapustin, un compositore russo dei nostri giorni, è sempre stata una grande ispirazione per lui. Assieme a Igor Butman e alla sua Moscow Jazz Orchestra ha presentato un concerto alla Moscow House of Music per celebrare il 79° compleanno del compositore. Sempre nel 2015, viene registrato il suo secondo album, “Butterflies Fly in Pairs”, presso gli studi di registrazione Avatar di New York; tra i musicisti presenti nella registrazione spiccano il sassofonista Antonio Hart e il bassista Tom Kennedy. A Bu, nel corso della sua breve carriera, dovuta alla giovanissima età, ha suonato in Cina, Francia, Germania, Italia e altri paesi europei e in importanti festival jazz come Jazz à Vienne, Umbria Jazz Festival, Montreux Jazz Festival e molti altri. Ha collaborato come solista con la Belgrade Philharmonic Orchestra e con la Moscow Virtuosi Chamber Orchestra e si è esibito in importanti teatri come la Tchaikovsky Concert Hall di Mosca, Great Hall del Conservatorio di Mosca, L’Olympia (Parigi), Forbidden City Concert Hall (Pechino) e il Blue Note Jazz Club a New York e a Pechino. È stato invitato inoltre dall’UNESCO e dal Thelonious Monk Institute of Jazz a partecipare all’International Jazz Day All-Star Global Concert, dividendo il palcoscenico con artisti come Herbie Hancock e Wayne Shorter. La masterclass è dedicata ai pianisti, sia jazz che classici, ma potrà essere seguita anche dagli altri studenti, in qualità di uditori.

Locandina