HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

SEMINARIO: LA SCUOLA VIOLINISTICA RUSSA E L’EREDITÀ DI YURI YANKELEVICH

YULIA BERINSKAYA, VIOLINISTA E DIDATTA
VALENTINA DANELON, VIOLINISTA E DOCENTE DI VIOLINO
2 - 3 DICEMBRE 2019
lun 2 dicembre 2019 ore 09.30 - 12.00 AULA MAGNA
lun 2 dicembre 2019 ore 14.00 - 18.00
mar 3 dicembre 2019 ore 10.00 - 13.00 AULA 13
mar 3 dicembre 2019 ore 14.30 - 17.30 AULA 13

2 dicembre 2019, 09.30

DOCENTE REFERENTE: SINEAD NAVA SINEAD.NAVA@CONTS.IT

 

Yulia Berinskaya è considerata una delle più attive violiniste del panorama musicale italiano ed internazionale, grazie al suo straordinario talento e alla sua poliedricità è impegnata in una brillante carriera in qualità di solista, camerista e didatta. Si è esibita come solista con importanti orchestre nelle sale e nelle rassegne più prestigiose. È regolarmente invitata a tenere concerti in tutta Europa, USA, Israele, Russia. Si affianca nell’attività cameristica ad Artisti di fama internazionale quali Y. Bashmet, S. Braconi, D. Cohen, S. Krilov, F. Lips, F. Meloni, V. Mendelssohn, R. Prosseda. Ha ricoperto il ruolo di Violino di Spalla presso il Teatro San Carlo di Napoli, l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, il Gran Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra Filarmonica di Lubiana, l’Orchestra Earl (Austria). Avviata alla musica dal padre, il noto compositore moscovita S. Berinsky, si è perfezionata con E. Tchugaeva e V. Tretiakov, Quartetto Borodin e Trio di Mosca, laureandosi con lode al Conservatorio Čajkovskij di Mosca. Vince una borsa di studio della Fondazione Rondanini di Brescia e si perfeziona poi presso la Hochschule für Musik di Vienna sotto la guida di D. Schwarzberg. Tiene numerose masterclass in Svizzera, Romania, Francia, Italia; ha inoltre fondato la classe di Alto perfezionamento di violino presso l’Accademia Milano Music Masterschool, della quale è anche Direttore Artistico. L’etichetta ClassicaViva le ha commissionato la registrazione dell’integrale delle Sonate e Partite di Bach(cd Violin in Bach), che ha seguito il trittico di cd Violin in Red, Violin in Blue, Violin in White. Il suo ultimo cd The Voice of Violin (Limen Music) la vede nel ruolo di solista con l’orchestra I Musici di Parma. Ha inciso per numerose etichette e le sue apprezzate incisioni sono regolarmente trasmesse dalle maggiori emittenti. Suona un violino di G. B. Guadagnini del 1745.

Valentina Danelon inizia i propri studi con D. Mason e si diploma nel 2005 con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto sotto la guida di M. Lot; prosegue gli studi presso il Conservatorio della Svizzera Italiana (Lugano) laureandosi nel 2009 in Pedagogia Musicale nella classe di violino di V. Gradow. Si perfeziona in particolare con Y. Berinskaya, R. Zanettovich, A. Perpich. In duo con la pianista Beatrice Orlandi frequenta la Scuola Internazionale di Musica da Camera del Trio di Trieste con i Maestri R. Zanettovich, D. De Rosa, M. Jones, E. Bronzi, A. Miodini ricevendo nel 2013 il Diploma finale di Merito. Il duo vince il I premio assoluto al XXVI Premio “L. Caraian” per la Musica da Camera (Trieste) e al XVIII Concorso di Musica da Camera “G. Rospigliosi” di Lamporecchio (PT) ed esibendosi in importanti festival e istituzioni musicali. Come solista è premiata in vari concorsi, tra i quali il “XI Canetti International Music Festival” (Francia, I premio). Consegue grazie ai meriti nello studio diverse borse di studio. Ha suonato da solista o da membro effettivo con numerose orchestre da camera e sinfoniche. Nel repertorio contemporaneo ha collaborato con l’Ensemble Sentieri Selvaggi diretto da C. Boccadoro, con l’Ensemble 900 diretto da P. Bernasconi, con il FuturQuartetto, con i quali ha suonato in diretta per la RAI a Roma e per la Radio della Svizzera Italiana. Ha tenuto concerti in Europa, Giappone, Cina, U.S.A. e Sud America. È docente di violino presso l’indirizzo musicale del Liceo XXV Aprile di Portogruaro e presso la Fondazione Musicale S. Cecilia di Portogruaro.

Pubblicato il 06.11.2019

Locandina