HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

MASTERCLASS DI OBOE

RAFA CUÉLLAR
>> 18 - 20 FEBBRAIO 2020
mar 9 - 13 Aula 13 16 - 19 Aula 35
mer 9 - 13 Aula Magna 16 - 19 Aula 35
gio 9 - 13 Aula 13 15 - 19 Aula 13
IN COLLABORAZIONE CON IL CONSERVATORIO SUPERIOR DE MÚSICA “JOAQUÍN RODRIGO” DE VALENCIA

18 febbraio 2020, 09.00

DOCENTE REFERENTE: PROF. PIETRO MILELLA PIETRO.MILELLA@CONTS.IT

 

Rafa Cuéllar, nato a Xàtiva (Valencia), è tra i più noti oboisti spagnoli della sua generazione. Cresciuto sotto l’influenza musicale di Miguel Morellà Asins, Aurelio Olivares Ramos e Francisco Salanova Alfonso nel Conservatorio di Valencia, ha ottenuto, oltre ai diplomi, anche gli Extraordinary and Honor Prizes. Ha studiato inoltre con Cayetano Castaño (primo oboe dell’Orchestra Sinfonica di Madrid) e con Eduardo Martínez nei corsi post-laurea dell’Università Alcalá de Henares. Oggi Rafael Cuéllar è Doctor in Cultural Diversity and Educational Skills presso la Facoltà di Scienze dell’educazione dell’Università Jaume I di Castellon e professore al Conservatorio Superiore di Musica Joaquín Rodrigo di València.

Ha registrato opere di Carmelo Bernaola e Gofredo Petrassi (SIMC), pezzi monografici di Jesús Rueda (Col.legno) e Joan Guinjoan (Fundación Autor); ha collaborato con diverse orchestre spagnole come: Orchestra Nazionale Spagna, Orchestra Sinfonica di Madrid , RTVE Orchestra, Madrid Community Orchestra, Valencia Orchestra, Palma de Mallorca Orchestra. Dal 1997 è oboista principale con il Progetto Guerrero, con il quale ha eseguito come solista “On a delphic Reed” di Sandro Gorli, diretto con grande successo da José Ramón Encinar. Nel 2001 debutta come solista nel National Auditory eseguendo Sequenza VII per oboe solo di Luciano Berio. Dal 1992 è docente ospite in diversi conservatori quali Saragozza, Madrid, Castelló, València, nonché professore al “Concorso internazionale di composizione” di Molina (Málaga) organizzato dall’INJUVE (Gioventù Institute) e dal Consiglio spagnolo per la cultura.

Pubblicato il 17.02.2020

Locandina