HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

SATIEROSE 2021 - SULLA TELA DEL SILENZIO - Toshio Hosokawa e il gioco dell'attesa

Teatro MIELA, 15 - 16 maggio 2021, ore 15.00 - concerto a cura del Conservatorio “G. Tartini “ di Trieste, coordinamento di Letizia Michielon, segue al Convegno Nazionale di Filosofia della Musica in programma il 14 maggio presso il Conservatorio.

15 maggio 2021, 15.00

 

 

Festival Satie 2021

15 maggio 2021

 

"Sulla tela del Silenzio”

La poetica dell'attesa - omaggio a T. Hosokawa

Evento a cura del Dipartimento Strumenti Armonici del Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste, in collaborazione con i Dipartimenti di Canto, Coralità e Teatro Musicale; Composizione; Nuovi linguaggi, percussioni e tecnologie musicali; Strumenti ad arco; Strumenti a fiato

 

Coordinamento: Letizia Michielon 

 

 

Il concerto, interamente realizzato dagli studenti del Conservatorio “”G.Tartini”, prende spunto dalle opere di Erik Satie, contestualizzate nella tradizione francese coeva, e suggerisce un approfondimento sulla poetica dell’ascolto, del silenzio e dell’attesa che caratterizza la cultura orientale, in particolare il linguaggio compositivo di Toshio Hosokawa, autore di cui verrà eseguita nel corso del concerto l’integrale dell’opera pianistica.

L’evento, preceduto dall’ampio convegno nazionale che il “Tartini” dedica il 14 maggio 2021 al musicista giapponese,  entrerà nel laboratorio creativo del compositore esplorando la sua passione per il gioco (si pensi all’Etude n. 4 per pianoforte, Ayatori) e per la natura, le connessioni con l’estetica del vuoto e la profonda attrazione per l’arte figurativa, in particolare per la calligrafia.

A tali costellazioni tematiche si ispirano le opere di compositori giapponesi coevi, in particolare quelle di Toru Takemitsu, la première  di Claudio Ambrosini, i lavori di musicisti contemporanei europei e russi attratti dalla filosofia del suono orientale (Berio, Fedele, Gubajdulina, Perocco e una prima triestina di Molnar), e le prime assolute strumentali e audio-video realizzate dagli studenti del Conservatorio in omaggio a Hosokawa.

Le diverse esecuzioni saranno alternate alla lettura di brevi haiku interpretate da Martina Spessot e Mathia Neglia, studenti del corso di Arte Scenica presso il Conservatorio “Tartini”.

 

 

h. 15.00-16.00

 

Toru Takemitsu (1930-1996)

Breeze

Clouds

Nairi Chodarin, pianoforte

 

Erik Satie (1866-1925)

Gnossienne n. 1 

Gnossienne n. 4

Tommaso Cernecca, pianoforte

 

Toshio Hosokawa (1955)

Melodia II 

Alberto Rizzarelli, pianoforte

Erik Satie (1866-1925)

Trois melodies

- Les anges

  • Elegie
  • Sylvie

 

Fiorenza Badila Costantini, mezzosoprano

Francesca Clemente, pianoforte

 

Maurice Ravel (1875-1937)

Toccata 

Mikea Kakusi, pianoforte

 

Ivan Fedele (1953)

Dagli Studi boreali 

I Deciso

III Un poco inquieto 

Paola Possamai, pianoforte

 

Filippo Perocco (1972)

Dalla brina, 2014

Mario Sula, pianoforte

 

Maurice Ravel (1875-1937)

Alborada 

Benjamin Pedemonte, pianoforte

 

Josef Molnar (1929-2018)

Fantasia su temi giapponesi,  prima esecuzione per Trieste*

Myriam Genito, arpa

Ilaria Prelaz, flauto

 

h. 17.00-18.00

 

 

Maurice Ravel (1875-1937)

Une barque sur l’océan

Martin Rizov, pianoforte 

 

Francesco Gulic

Doline, costiere lontane. Epigram-Landscape (2021), prima assoluta* (3’)

Toru Takemitsu (1930-1996)

Rain Tree Sketch II (4.30)

Emma Brumat, pianoforte

 

Toshio Hosokawa (1955)

Nacht Klänge

Tome Kostovski, pianoforte

 

Toshio Hosokawa (1955)

Etude n.1, 2 Lines

Yun Zhang, pianoforte

 

Claude Debussy (1862-1918)

 L’isle joyeuse

Toshio Hosokawa (1955)

Etude n.2, Point and Line

Elisa Milo, pianoforte

 

Toshio Hosokawa  (1955)

Etude n. 3, Calligraphy, Haiku, 1 Line

Alessandro Solbiati (1956)

Interludio VII

Alfredo Conte, pianoforte

 

Alessandro Solbiati (1956)

Interludio II

Interludio X 

Toshio Hosokawa (1955)

Haiku for Pierre Boulez - to his 75th birthday

Elisa Fonda, pianoforte

 

Claudio Ambrosini (1948)

Anche di notte profuma il gelsomino, haiku per pianoforte (2021), in prima assoluta *

Maria Iaiza, pianoforte

 

 

h.19.00-20.30

 

Toshio Hosokawa  (1955)

Etude n. 4, Ayatori, Magic by 2 hands, 3 Lines 

Sara Shehata, pianoforte

 

Toshio Hosokawa (1955)

Etude n. 5, Anger  

Elida Fetahovic, pianoforte

 

Benjamin Mascotto (2000)

Onde collinari  (2021) in prima assoluta *

Eleonora Luchetti, pianoforte 

 

 

Toshio Hosokawa (1955)

Etude n. 6, Lied, Melody

Francesco Greco  (1999)

Hanagasumi, omaggio a Hosokawa, in prima assoluta * (2021) 

Francesco Greco, pianoforte

 

 

Paolo Fiappo (1999)

Aforismi, omaggio a Toshio Hosokawa in prima assoluta* 

  • Etude 17/2 (Anamorfosi Prima) 
  • L’Abbraccio                               
  • Lied ohne Worte                        
  • Is this the End?                        
  • Maybe…   

Claudia Ventoruzzo, pianoforte

 

 

 

Roberto Borin

Cadenza per violino , in prima assoluta * 

Kristina Ivanovic, violino

 

Sofija Gubajdulina (1931)

 Cadenza

Luka Brnjić, fisarmonica

 

Toru Takemitsu (1930-1996)

Paths

Giacomo Vendrame, tromba

 

Luciano Berio (1925-2003)

 Sequenza

Carlo Sampaolesi, fisarmonica

 

 

Takashi Yoshimatsu (1953)

dalla Fuzzy Bird Sonata, I movimento: “Run, bird” 

Elia Sorchiotti, Saxofono contralto

Tome Kostovski, pianoforte

 

Ryo Noda (1948)

da Yume: La Charmeuse de serpents 

Giovanna Mastella, Sassofono tenore

 

 

Sonia Ballarin

Dunkel und Helligkeit, in prima assoluta *

Teodora Kalikanin, violino

 

 

Toru Takemitsu (1930-1996)

Romance

 

Litanie 

I Adagio

II Lento misterioso

 

Jacopo Cerpelloni

Linee. Omaggio a T. Hosokawa (2021), in prima assoluta*

Andrea Furlan, pianoforte

 

Jacques Casterede (1926-2014)

Flutes en Vacances

 

    •       I flutes pastorals

    •       II flutes joveuses

    •       III flutes reveuses

    •       IV flutes legeres

 

Trio di flauti Euterpe (Tijana Krulj, Franeta Ksenija, Brumat Sara)

 

 

——-

 

 

Leonard Medica Gregoric

2021, in prima assoluta *

Composizione elettroacustica stereofonica

 

 

Umberto Boldarin

Gremiti Silenzi (2021) in prima assoluta *

Filmato in bianco e nero con sonoro in presa diretta e musiche

 

 

Carlo Presot

Rain. A Landscape through me (2021), in prima assoluta *

composizione audiovisiva; audio stereo.

 

 

domenica 16 maggio

15.00 MUSICA ALEATORIA E GIOCO DELLA PERFORMANCE seminario con Carlo de Incontrera, Francesco Dillon, Veniero Rizzardi, Riccardo Martinelli e Anna D’Errico 

con la partecipazione degli studenti Emanuele Ruzzier, Benjamin Mascotto e Chia Sultan Dehati del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste

Pubblicato il 11.05.2021

Locandina