News

Data

10 march 2013 20:30


i Mercoledì del Conservatorio

lunedì 11 marzo, Auditorium del Museo Revoltella, ore 20.30:
“È strano ! È strano ! .... E lucevan le stelle ....”
. . . . sfogliando tra le melodie più belle di Traviata e Tosca
Mila Soldatić Marić, soprano
Dejan Maksimović, tenore
Ingresso libero ad esaurimento posti

Un viaggio appassionante nel belcanto, spaziando fra le arie e le melodie più belle e coinvolgenti di Traviata e Tosca: è quanto propone, per la serata di lunedì 11 marzo, “E’ strano ! è strano ! .... e lucevan le stelle ....”, la serata concerto in programma nell’ambito dei “Mercoledì del Conservatorio” inverno – primavera 2013. Il concerto si svolgerà straordinariamente nell'Auditorium del Museo Revoltella in via Diaz n. 27 a Trieste, con inizio alle 20.30. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Protagonisti dei duetti che si intrecceranno per l’occasione sono il soprano Mila Soldatić Marić e il tenore Dejan Maksimović, affiancati dai cantanti Martin Marić e Liliana Moro, e accompagnati al pianoforte da Jan Grbeć e Nicola Colocci. Movimenti scenici a cura della docente Rosalba Trevisan. Il concerto costituisce l’esame finale per il conseguimento del Diploma Accademico di II° livello per Mila Soldatić Marić, Jan Grbeć e Dejan Maksimović.

Nata a Pola, Mila Soldatić Marić si dedica allo studio del canto presso la scuola media superiore di musica “Vatroslav Lisinski” di Zagabria, nella classe di Kristina Beck Kukavcic´. Nel 2003, dopo aver ottenuto il diploma in canto solistico, frequenta il corso di Cultura musicale all’Universita’ di Pola. Nel 2007 vince il primo premio di canto solistico al “Concorso internazionale di giovani musicisti” di Lubiana e il secondo premio al “45° Concorso nazionale di alunni e studenti di musica e di danza” di Varaždin. Segue numerosi corsi di perfezionamento, si esibisce con noti musicisti croati e alla presenza dell’ex presidente della Repubblica di Croazia Stjepan Mesic´ e dell’attuale presidente Ivo Josipovic´. Nel 2009 ha interpretato il ruolo di Anna nell’opera “Nabucco” ed il ruolo di Ines nell’opera “Il trovatore” al concerto “Viva Verdi” nel Teatro Nazionale Morlacchi di Perugia. Ha debuttato nel suo primo ruolo di Celidora nell’opera “L’oca del Cairo” di Mozart al Palazzo dei Priori di Perugia nel 2009. Nel 2010 ha conseguito il diploma accademico in canto lirico al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste nella classe di Cinzia De Mola, dove attualmente prosegue frequentando il secondo anno di specializzazione.

Dejan Maksimović, nato a Belgrado (Serbia), si è brillantemente diplomato in canto all’Accademia di Musica della sua città debuttando, ancora studente, nel 1996 nell’opera “Bastiano e Bastiana” di Mozart e successivamente nel ruolo del Conte di Almaviva nel “Barbiere di Siviglia” di Rossini al Teatro Nazionale dell’Opera di Belgrado, di cui, da più di dieci anni è primo tenore, sostenendo i principali ruoli nelle più importanti opere del repertorio lirico internazionale. Ha cantato in teatri ed importanti sedi concertistiche di Germania, Slovenia, Italia, Grecia, Inghilterra, Ungheria, Canada, Danimarca e Cina, collaborando con importanti formazioni orchestrali (Filarmonica di Belgrado, Sinfonica di Roma, Rheinische Philarmonie, Radiotelevisione Slovena ecc.) e direttori d’orchestra. Dall’anno accademico 2010-2011 frequenta il Biennio spacialistico di Canto presso il Conservatorio Tartini di Trieste sotto la guida di Rita Susovsky.

Jan Grbec è nato a Trieste nel 1987. Dopo avere conseguito il diploma accademico di primo livello di Pianoforte al Conservatorio “G. Tartini” sotto la guida di Massimo Gon, frequenta il Biennio specialistico di Maestro collaboratore al pianoforte con Fabrizio Del Bianco, Patrizia Tirindelli e Silvano Zabeo. È risultato vincitore in diversi concorsi, tra i quali il concorso pianistico G. Gandolfi a Salsomaggiore Terme, L.v.Beethoven a Uliveto Terme, la rassegna musicale internazionale Città di Pinerolo ed i concorsi pianistici Camillo Togni e Città di Cesenatico. Ha suonato al castello di Miramare, presso il Conservatorio di Udine e quello di Capodistria. Ha partecipato ai Pomeriggi musicali organizzati dall’Associazione Pro Senectute.