News

Data

20 october 2013


XVII Premio Pianistico Internazionale “Stefano Marizza”

DA LUNEDI' 21 OTTOBRE, AL CONSERVATORIO TARTINI DI SCENA LA XVII EDIZIONE DEL PREMIO PIANISTICO INTERNAZIONALE “STEFANO MARIZZA”, CON PIANISTI CHE PROVENGONO DA ITALIA, CROAZIA, AUSTRIA, GERMANIA, RUSSIA, BULGARIA, BELGIO, GRAN BRETAGNA E SVIZZERA.
Concerto dei vincitori
mercoledì 23 ottobre 2013, Aula Magna del Conservatorio, ore 20.30
Ingresso libero su prenotazione tel. 040 6724911

Si rinnova l'appuntamento con il Premio Pianistico internazionale “Stefano Marizza”, giunto alla XVII edizione, promosso dall’Università Popolare di Trieste, dall’Unione Italiana, dal Conservatorio "Tartini" di Trieste e dalla Famiglia Marizza, con il contributo del Ministero degli Affari Esteri italiano, allo scopo di promuovere la cultura musicale nel nome di Stefano Marizza, giovane collaboratore dell’Università Popolare di Trieste scomparso prematuramente nel dicembre 1996, quando era considerato fra i più brillanti pianisti diplomati al Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste.

Il concorso si svolgerà da lunedì 21 a mercoledì 23 ottobre, presso il Conservatorio Tartini: le prove avranno inizio alle 9 di lunedì e nella serata di mercoledì 23 (ore 20.30, Aula Magna di via Ghega 12 – Trieste), per il cartellone dei “Mercoledì del Conservatorio” 2013 è previsto il Concerto dei vincitori. L'ingresso è libero previa prenotazione, info tel. 040.6724911

La Commissione è formata da Giuliana Gulli (presidente), Massimo Gon, Igor Cognolato, Adriana Silva e Roberto Turrin.

Il Premio pianistico Stefano Marizza si è affermato come uno dei concorsi di riferimento per giovani musicisti, a livello nazionale e internazionale. I partecipanti arrivano quest'anno da Italia, Croazia, Austria, Germania, Russia, Bulgaria, Belgio, Gran Bretagna e Svizzera. Si tratta di: Romulo Aoto De Ramos – Brussels (Belgio), Gianluca Badon – Musile di Piave (VE - Italia), Silvia Carlin – Sedico (BL -(Italia), Eugenio Catone – Ceccano (FR – Italia), Alexander Taras De Sina – Berlino (Germania), Rabiga Dyussembayeva – Manchester (Regno Unito di Gran Bretagna), Pavlo Kachnov – Vienna (Austria), Yoona Kim – Amburgo (Germania), Nicola Losito – Udine (Italia), Dmitry Masleev - Mosca (Russia), Saori Shibata – Winterthur (Svizzera), Vladimir Valchev – Sofia (Bulgaria), Sandro Vešligaj – Pola (Croazia), Denis Zhdanov – IMOLA (Italia).

Nato a Fogliano (GO) il 9 dicembre 1969, Stefano Marizza iniziò a studiare pianoforte sotto al guida di Gianna Visintin. Dal 1988 fu allievo di Massimo Gon presso il Conservatorio triestino dove si diplomò nel 1995. Nel 1994 si laureò con lode in materie letterarie alla Facoltà di Magistero di Trieste e, l’anno seguente, si iscrisse al corso di laurea in pedagogia. Da anni collaborava con l’Università Popolare di Trieste dove era stato assunto nel gennaio 1996 ed era considerato uno dei funzionari emergenti. Nei frequenti viaggi e contatti in Istria aveva allacciato importanti rapporti con le Comunità degli Italiani dalle quali era particolarmente stimato e apprezzato.